Locanda San Giovanni di Dio per senza fissa dimora


L’accoglienza presso la Locanda San Giovanni di Dio avviene tramite le segnalazioni che ci pervengono dai servizi territoriali e/o per accesso diretto con colloquio presso lo sportello a bassa soglia. La Locanda aderisce inoltre al “Piano freddo” nei mesi invernali (accesso tramite Help Center in stazione) e ha stipulato delle convenzioni con il Comune per l’accoglienza a persone in emergenza abitativa. Ogni ospite viene preso in carico dall’equipe, composta da assistente sociale, psicologa e Responsabile della struttura e permane per un periodo di tempo definito in base al progetto individualizzato, in collaborazione con i servizi invianti o agganciati alla rete del territorio.

Il progetto di accoglienza ha l’obiettivo di offrire un riparo notturno temporaneo alle persone senza fissa dimora presenti sul territorio cittadino. Si propone inoltre di offrire alle persone in situazione di esclusione sociale occasioni di socializzazione e la realizzazione di spazi di ascolto, laddove si presentino le possibilità si cerca di avviare percorsi di reinserimento sociale in collaborazione con i servizi territoriali cittadini.

Utenza: si accolgono uomini di età compresa tra i 18 e i 70 anni, italiani e stranieri, in stato di emarginazione sociale e in situazione di disagio abitativo. La segnalazione può avvenire da parte di qualsiasi Ente territoriale (Comune, Caritas, SERT, NOA, SMI, Ospedale) contattando l’Assistente Sociale del centro .